William nasce dal fascino del trasformare un disegno definito in un oggetto concreto attraverso l’incognita data della soffiatura del vetro. Lo stimolo era quello di proporre un oggetto tanto emozionale quanto semplice e modesto di fattura, che potesse comunicare un elegante semplicità attraverso la lavorazione di materiali modesti e sobri. La fascinosa relazione con il frutto, invece, è parte dello studio sulle forme appese, sospese, pendenti che possono dare una diversa natura alla semplice goccia di vetro soffiata dal maestro soffiatore.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInEmail to someonePrint this page